Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 

Rivoluzione Rc auto: verso l'addio al sistema "bonus/malus".

L'Ivass annuncia un tavolo per superare il sistema di classi di merito "bonus/malus". Compagnie già al lavoro per trovare una nuova formula.

È in arrivo una vera e propria rivoluzione nel settore delle Rc auto, l'assicurazione obbligatoria per le automobili.
L'Ivass, l'istituto di vigilanza sulle assicurazioni, ha prima emanato due provvedimenti che riformano l'attestato di rischio e definiscono nuove regole per il riconoscimento della classe di merito di conversione universale e per la sua evoluzione nel tempo, con l'introduzione di benefìci a favore di alcune categorie di assicurati, come i conviventi di fatto e uniti civilmente. E ora ha annunciato un tavolo - che partirà entro l'estate - per il superamento del sistema bonus/malus a cui siamo abituati e che è legata al veicolo e alla residenza più che all'effettivo comportamento del guidatore. L'obiettivo è quello di legare le classi di merito all'autista qualsiasi mezzo guidi, sfruttando anche l'archivio nazionale delle patenti - gestito dalla Motorizzazione - che tiene nota di tutte le infrazioni del codice della strada. Questo però non può voler dire legare l'assicurazione solo al conducente, costringendo così ad esempio una famiglia di quattro persone con una sola auto a sottoscrivere quattro polizze.
Per questo l'Ivass ha chiesto alle compagnie di fare proposte entro l'estate. Poi, attraverso un tavolo di confronto si cercherà di capire quali modifiche introdurre per superare il sistema classico delle Rc auto entrato in vigore quarant'anni fa.
Vai alla lista
 

Registrati ora alla Newsletter di Eurorisk Scopri le nostre social news