Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 

Danni all'impianto fotovoltaico

Avete davvero considerato il danno indiretto?

Negli ultimi anni il fotovoltaico ha rappresentato grandi opportunità di investimento e guadagno per le aziende.
Molte imprese hanno infatti potuto da un lato produrre in casa l’energia necessaria allo svolgimento dell’attività con conseguente riduzione dei costi, e dall'altro vendere l’energia in eccesso traendone un guadagno economico. Se è vero che l’investimento iniziale si ripaga nel tempo senza grandi sforzi, sta di fatto però che i rischi derivanti dall'utilizzo di questi impianti possono avere un impatto economico elevatissimo. Ad oggi sul mercato esistono numerose soluzioni assicurative più o meno specifiche per il settore, ma per scegliere correttamente è indispensabile partire da un'analisi dei rischi.

Ma di quali rischi stiamo parlando?
 
I danni diretti:
  • Il costo di riacquisto di questi impianti è calato di oltre il 50% rispetto a 4-5 anni fa. Siete sicuri che il valore che avete assicurato è corretto e aggiornato?
  • Un impianto fotovoltaico comporta maggiore rischiosità di sviluppo incendio e maggiori difficoltà di spegnimento dell’incendio stesso. L’Assicuratore ne tiene conto e può introdurre nel contratto condizioni particolarmente svantaggiose (le famose parole scritte in piccolo...)
I danni indiretti:
  • se l’energia prodotta viene consumata internamente, il danno diretto può causare la perdita del contributo GSE e il costo di riacquisto dell’energia necessaria per proseguire l’attività
  • se l’energia prodotta viene venduta esternamente, il danno diretto può causare un mancato guadagno e la perdita del contributo GSE
Provate a ipotizzare un fermo di 3 mesi del Vostro impianto….che perdita avreste? 
 
Non sono rischi da assicurare a spanne ma vanno analizzati nei minimi dettagli altrimenti si rischia, come abbiamo visto in diverse aziende, che:
a.   si paghi un premio inadeguato rispetto al rischio reale
b.   al momento del danno non si riesce ad applicare il contratto perché le condizioni sono poco chiare
c.   il danno indiretto, che incide di solito per un 70% sul totale, viene solo parzialmente indennizzato
 
Affidarsi a degli esperti fa la differenza!
Vai alla lista
 

Registrati ora alla Newsletter di Eurorisk Scopri le nostre social news